Ruralpini

Motore di ricerca libera interno

"Ruralpini finder"

 

 

Loading

 

 

 

 

 

 

Aiutami ad arrivare a 2000

schiscia/clicca "mi piace"

 

 

 

 

Scorri i principali temi di Ruralpini

e accedi agli indici degli articoli

Segui i miei blog

ribellidelbitto.blogspot.com

sgonfiailbiogas.blogspot.it/

progetto-propast.blogspot.com

pesticidinograzie.wordpress.com/

forumterrealte.wordpress.com/

 

EVENTI

ser segnalarli  scrivi a ruralpini

 

ANNUNCI

 

SCADE 30 APRILE

 

Sei giovane?, sei piemontese? ti interessa essere accompagnato in un percorso di autoprogettualità in montagna? Ecco una proposta gratuita per te

ATTENZIONE

I partecipanti al corso che dimostrano particolare attenzione e passione al progetto potranno essere valutati per un inserimento quali collaboratori, nel Progetto "Paesi e Paesaggi" che coinvolge 60 comuni (inizialmente erano 25) della provincia di Cuneo

Call for ideas per progetti di valorizzazione del territorio di montagne e alte valli della Provincia di Cuneo

ALP – Campus Giovani” è un progetto cofinanziato dall’Unione Province Italiane. Propone ai giovani un percorso di accompagnamento allo sviluppo di idee progettuali di nuove imprese, associazioni, imprese sociali e iniziative di valorizzazione, incentrate sul patrimonio locale dell’area montana e alto collinare della provincia di Cuneo

Il Campus è strutturato come un Laboratorio attivo, fortemente calato nella realtà del territorio in cui va ad inserirsi, che alterna attività d’aula con incontri e iniziative a contatto con la comunità e gli enti che operano sul territorio stesso, partendo in primo luogo da una conoscenza profonda e diretta della realtà locale.

La partecipazione è gratuita Il corso prevede tre fasi, da realizzarsi tra maggio e dicembre 2014, strutturate come segue: una prima fase itinerante di incontri volti alla conoscenza del territorio; una fase d’aula per lo sviluppo dei progetti di impresa e di valorizzazione; un periodo residenziale per conoscere da vicino due esempi di valorizzazione del patrimonio locale in tutti i suoi aspetti.

Il Campus è rivolto ai giovani tra i 18 e i 35 anni compiuti, residenti sul territorio della Regione Piemonte.

Gli interessati dovranno dimostrare di aver elaborato un’idea progettuale di valorizzazione pensata nello specifico per il territorio oggetto del progetto ALP, in particolare un progetto di costituzione di un’impresa, anche a carattere sociale, o di un’associazione, rispondente alle finalità del progetto ALP descritte in questa Call. E’ ammissibile in alternativa anche la presentazione di un progetto di valorizzazione, quale un evento o un’attività specifica.

Le idee dovranno obbligatoriamente riguardare almeno uno o più dei seguenti ambiti: culturale, sociale e turistico.

Scadenza presentazione domande 30 aprile 2014

Per il programma del corso, i dettagli delle domande

http://www.provincia.cuneo.gov.it/giovani/progetto-alp-campus-giovani

Per ulteriori informazioni rivolgersi a Mauro Arneodo escolodesanctolucio@hotmail.it Tel: 380 5333938

 

Aziende

 

Animali

 

Lavoro offerte

 

La montagna ha bisogno di giovani

... e ci sono giovani che Vogliono lavorare in alpeggio e in aziende con animali di montagna e collina (per cambiare vita o fare solo un'esperienza). Aiutiamoli

Offerte

"Lavoro e volontariato in alpeggio".

(08.03.14) piccolo alpeggio con capre,altezza a 1330m su un ripido pendio al sud nella VALLE ANTRONA, raggiungibile solo a piedi (2ore), cerco DONNE x aiuto nella mungitura a mano, prendere le capre con aiuto del cane pastore,pulire stalla,fare formaggio, ricotta e joghurt, fare legna, curare orto bio, cucinare, curare sentieri e pendii ripidi.periodo minimo: un mese!! meglio più tempo. Importante: avere voglia di lavorare e buona volontà, caminare bene!! in montagna anche con peso (non c'è una terreferica, perciò devi portare su alimentari e giù formaggio) essere in buona salute, amare la montagna silenziosa e le capre.offro posti belli e incontaminati,esperienza nell'allevamento caprino,conoscenza nella lavorazione non industriale del latte.contatto:e-mail:gesine.otten@gmail.com, sms o telefono dopo le 21.00. al numero 0039 3282776115

(21.02.14) Azienda agricola Moré Contatto (nome) : Kemal e Sara Cognome : Moré Indirizzo : Solario Città : Olivone Telefono : 004191872117 e-mail : bri.scap@hotmail.it Trattamento : Offro lavoro retribuito Descrizione sintetica incarichi da svolgere : Cerchiamo pastore per gregge di circa 250 pecore e 50 capre non da mungere su alpeggio raggiungibile solo a piedi in canton Ticino, Svizzera. Alloggi ben ristrutturati con servizi e doccia. No elettricità. Fondamentale esperienza di pastorizia e conoscenza della montagna. Preferibilmente con proprio cane da pastore. Stagione circa 120 giorni o più.Lavoro indipendente. Struttura di lavoro : Lavoro in alpeggio Località dove si svolge il lavoro : Valle di Cresciano. 10 km a nord di Bellinzona, Ticino, Svizzera Tipo di alloggio offerto : Stanza individuale Inizio periodo lavorativo : 1/6/2014 Fine periodo lavorativo : 1/10/2014

 

Lavoro/formazione

cercano

 

Annunci cercano lavoro/alla pari

 

(vai a vedere l'elenco completo)

 

Diamo una possibilità ai giovani

(e alla montagna)

Ci appelliamo a tutti coloro che hanno aziende in montagna e collina: allevatori stanziali, pastori, malghesi di esaminra e di segnalare a colleghi queste offerte. E di dare la possibilità di inserirsi in un mondo che ha bisogno di energie nuove e che dovrebbe saper cogliere l'opportunità che oggi tanti ragazzi guardano all'agricoltura e ancor più all'agricoltura di montagna come ad una prospettiva di vita. Molto spesso, però, i giovani che si rendono disponibili non hanno preparazione né esperenze adeguate. Sarebbe necessario fornire loro una Scuola pratica di inserimento. La burocrazia, i formalismi, gli schematismo e l'astrattezza che avvelenano il mondo delle istituzioni e dell'accademia, però, suggeriscono che questa Scuola debba essere creata per iniziativa dal basso. Cerchiamo privati (ma anche comini) che mettano a disposizione un alpeggio-scuola e casari e pastori in pensione disponibili a trasmettere le loro conoscenze.

------------------------------

 

 

Pagerank

Centro del Bitto:

Gerola Alta (SO) - via Nazionale, 31 - tel.+39 0342 690081 Presidente Paolo Ciapparelli cell.+39 334 3325366

e-mail:info@formaggiobitto.com

 

Aziende che sostengono

il Bitto storico

locale storico dal 1851

Forcola (So) Via Piani, 1

tel 0342 660408

fax 0342 661466

http://www.labrace.it/

labrace@labrace.it

 

Un punto di riferimento storico per l'alimentazione bio in Valtellina

L'Airone Verde

via Garibaldi 21 - Morbegno (SO)Tel. 0342 614460
airone_verde@tiscali.it

 

Montagne di ... siti/blog amici

pascolovagante.worldpress.com

www.atsenzagp.org/it-IT/

leloupdesvoisins.canalblog.com

www.alteterre.org

www.lopuyvallemaira.com/

www.capre.it

www.amamont.eu

www.ecceterra.org

ribellidelbitto.blogspot.com

progetto-propast.blogspot.com

pesticidinograzie.wordpress.com/

sgonfiailbiogas.blogspot.it/

www.associazione-malghesilagorai.it

www.eleveursetmontagnes.org/

leloupdanslehautdiois.blogspot.fr/

federationdesacteursruraux.

adialpi.jimdo.com/

www.quarantina.it

comitatoantiorso.webnode.it/

www.slowfood.it

terrealte.blogspot.com

www.formaggiobitto.com

www.incontritramontani.it/

www.qualeformaggio.it

www.stopalconsumoditerritorio.it

www.agricolturacontadina.org

www.pragras.blogspot.com

www.artedamangiare.it/

www.porthos.it

www.slowcooking. Org

www.cige.

altervista.org

www.altarezianews.it/

www.postindustriale.it

www.trentinowine.info/

www.terravivaverona.org/

cipputiblog.blogspot.it/

www.terraxchange.it/portale/

orsotrentino.blogspot.it/

www.quarantina.it/

www.terravivaverona.org/

non-pesticidi.blogspot.com

pesticidinograzie.

wordpress.com/

www.anfosc.it

www.cascinasantabrera.it

www.prospecierara.ch

www.civiltacontadina.it

www.centrostudivalleimagna.it

www.bedo.it/etnografico/friends

www.acquecomasche.com

coltivarcondividendo.

blogspot.com

www.casarecasari.i

www.coumboscuro.org

www.pecorabrianzola.it

www.biodiversitabg.

altervista.org

www.lef.firenze.it/

www.sozooalp.it

www.nonpesticidi.com/

www.stea.ch/default.asp

www.moremaiorum.org

www.nauno.org

www.scuolapeioviva.it

ossoinbocca.splinder.com

www.cascinalinterno.it

 

IN EVIDENZA

(03.04.14) Firma contro il vandalismo motorizzato sulle montagne lombarde (superate 20 mila firme oggi)

Il Cai Lombardia ha lanciato una petizione online che viaggia verso 30 mila firme. Si tratta di far capire al Consiglio Regionale che le deroghe che allargano i paletti derlla normativa, peraltro già poco rispettata, possono avere un effetto deleterio. I costi del transito motorizzato illegale su pascoli, mulattiere e sentieri sono ingenti. Esso compromette la fruizione e l'immagine di una montagna che può e deve rilanciarsi in una prospettiva di ecoturismo rurale  leggi tutto

(02.04.14) Dichiarazione di Poschiavo sui grandi predatori  

La montagna deve diventare santuario esclusivo di orsi, lupi, linci, sciacalli e quant'altro perché i tecnocrati europei hanno deciso così? O l'uomo montanaro e pastore ha ancora il diritto di dire la sua? Sabato 29 marzo associazioni pastoraliste e pro montagna di Svizzera, Francia e Italia hanno approvato una risoluzione comune sul problema del ritorno dei grandi predatori leggi tutto

(27.03.14) La legge sulla montagna del Piemonte mette in discussione l'autonomia dei comuni di montagna. I piccoli comuni di montagna piemontesi ricorrono alla giustizia amministrativa contro una legge sulla montagna parte di un disegno neocentralista di cui si fanno veicoli Renzi e significative componenti del PD. Regioni e comuni sono sotto tiro con il pretesto della spending review leggi tutto

(26.03.14) Il valore culturale della gastronomia

Una risoluzione del Parlamento europeo che sembra scritta da Slow Food esalta il valore culturale del cibo, le usanze locali, l'autenticità del gusto ecc. ecc. Facciamo valere queste buone intenzioni. Anche se si tratta solo di inviti ed esortazioni a chi ha ilpotere da parte di un parlamento poco più che consultivo: la Commissione, il Consiglio, gli Stati.  leggi tutto

(25.03.14) Dalla Basilicata no biogas e interessanti lezioni su ruralità e nuovi movimenti
Nell'appennino lucano, in una realtà ancora profondamente rurale, la minaccia del biogas si aggiunge ad altre che delineano una spregiudicata strategia di "mani sul territorio". Ma catalizza una risposta ferma e matura che si salda con le espressioni più avanzate del nuovo movimento di ecologia sociale per la salute e il territorio leggi tutto

(13.03.14) Lombardia nascosta. Permanenze culturali inaspettate riemergono

La regione con l'immagine più industriale, terziaria, "da bere" nasconde insospettabili elementi di permanenza culturale. Forse proprio perché si sono sottratti ad uno sguardo che non voleva e sapeva vedere. Si sono ritratti incompresi e straniti.  Ora la crisi dei modelli urbani porta alla riscoperta di un mondo di antiche credenze e i riti della società rurale millenaria, patrimonio comune sino agli anni '60 leggi tutto

(11.03.14) Il consiglio regionale piemontese in prorogazio approva una legge contro la montagna

L'hanno definita una pugnalata allespalle" i sindaci dei piccoli comuni delle Terre Alte. I finanziamenti vanno solo alle Unioni montane come desiderato dall'Uncem, dalla casta degli amministratori legati ai partiti e ai poteri forti locali che intendono lasciare ai sindaci solo poteri di rappresentanza ed espugnare l'ultimo baluardo di autonomia e democrazia: i comuni. leggi tutto

(08.03.14) Nuova edizione di Alpi nell'Arte

Prosegue l'itinerario della mostra Alpi nell'Arte, plastica testimonianza dell'espressività artistica alpina del presente. Che sa interpretare con rinnovata schietta vena creativa lo spirito della cultura alpina senza preoccuparsi di compiacere i salotti artistici. A Manta e Ormo (Cuneo) nella degna ambientazione di complessi monumentali di grande bellezza e suggestione leggi tutto

(06.03.14) Le organizzazioni agricole devono rigettare le proposte della Commissione Europea pro predatori

La sottovalutazione del problema dei predatori da parte delle organizzazioni professionali agricole ha rafforzato la posizione delle lobby ambientaliste. Ora, di fronte alla riconferma da parte della Commissione Europea di una politica protezionistica insensibile ai gravi danni degli allevatori sono costrette a prendere posizione  leggi tutto

Les organisations agricoles doivent tenir de position ferme sur les grands carnivores  aller à la traduction française

(03.03.14) Formalizzati i Principi delle Orobie

Il 20 febbraio a S.Pellegrino Terme i rappresentanti delle imprese promotrici dei FPO Formaggi Principi delle Orobie hanno siglato un documento che definisce obiettivi e connotati della Ass. Temporanea di Imprese motore del progetto "Principi delle Orobie". Le finalità dei FPO vanno ben oltre le azioni di promozione nella prospettiva di una rete territoriale leggi tutto

(02.03.14) In Maremma ci si interroga sui lupi. Un intero fascicolo di una rivista accoglie il dibattito

Le "esposizioni" delle carcasse dei lupi non hanno prodotto solo l'esecrazione rituale degli animal-ambientalisti e la malcelata soddisfazione degli allevatori. Hanno stimolato un dibattito tra coloro che hanno a cuore il territorio dal quale emergono molte posizioni critiche sull'introduzione del lupo in un territorio vocato all'allevamento ovino  leggi tutto

(28.02.14) Dopo l'operazione pseudo autonomista di Dellai dello scorso anno ci riprova l'Uncem

L'Uncem Piemonte l'8 marzo presenterà a Torino le liste civiche Alpes. Un'operazione trasformistica per rifarsi una verginità compromessa dall'operazione biomasse e dall'alea tecnocratica impressa da Borghi. Ma finirà come quella di Dellai che andò a Chivasso... per poi finire con Mario Monti   leggi tutto

(17.02.14) Dove vanno i contributi per la cultura, le tradizioni e lo sviluppo delle Terre Alte in Piemonte?

Più che le mutande verdi deprimono e offendono i criteri di ripartizione di contrubuti che dovrebbero tenere viva la cultura e l'economia delle Terre Alte. Il caso dell'assessore Vignale e dell'autofinanziamento ad una associazione che lo vede nel Direttivo  leggi tutto

(15.02.14) In provincia di Como contadini e residenti si organizzano in comitati sul tema danni da ungulati

La legge sulla fauna considera il controllo quale misura eccezionale. Ma nelle aree problematiche il prelievo venatorioè insufficiente a riportare le popolazioni in equilibrio. Il Comitato contro i danni da ungulati della montragna comasca chiede più efficacia nel controllo dei cinghiali e un piano per i cervi. Anche contadini e montanari ora dicono la loro  leggi tutto

(10.02.14) Grave attacco dei lupi ad un gregge transumante sulle prime colline pavesi.

La notte del 5 un branco di sette lupi ha attaccato e fatto fuoriuscire dal recinto un gregge di pecore a Rocca Susella, presente il pastore che dormiva in macchina. 12 le carcasse recuperate, 2 qli di carne consumati dai predatori e 39 capi dispersi. Il più grave attacco nell'Oltrepo pavese dove i branchi sono in aumento e i lupi si avvistano in pianura leggi tutto

(28.01.14) Anche sugli alpeggi lombardi non è possibile convivere con i Grandi Predatori

Riportiamo la testimonianza di un titolare di un alpeggio che, nell'ambito del dibattito sul tema GP interno all'Associazione amici degli alpeggi e della montagna in tema di GP, ricorda ai soci (e a tutti) che da tre anni il suo alpeggio subisce gravi danni (per lo più non rimborsabili) a seguito degli attacchi dlel'orso  leggi tutto

(24.01.14) Altro che "reintroduzione spontanea". Alla frontiera polacco-tedesca i lupi entrano... in camion

Come pensano da tempo allevatori, pastori, cacciatori, c'è l'"aiuto" delle organizzazioni ambientaliste dietro l'espansione travolgente del lupo in tutta Europa. Nel numero in edicola di una importante rivista venatoria e cinofila germanica si riferisce di un colloquio con funzionari di polizia che parlano di un camion fermato con lupi e linci  leggi tutto

(21.01.14) Nostro comunicato stampa  "Boom di richieste di lavoro in alpeggio. Appello"

Ruralpini è sommerso di richieste di lavoro (ed esperienze alla pari) in alpeggio. Nel 2013 abbiamo avuto 110 richieste, quest'anno siamo già a 53. L'appello è alle aziende e agli alpeggiatori perché contattino chi si offre ma, soprattutto, a sponsor privati e pubblici perché ci aiutino ad allestire un "alpeggio scuola" basato tutto sulla pratica per consentire a esperti pastori e casari di fare i maestri agli apprendisti e "sfornare ragazzi scremati" in grado di essere inseriti senza problemi  leggi tutto

(20.01.14) Molte riflessioni dalla storia di Sara, malata di MCS che torna a vivere solo in montagna

La storia di Sara Capatti, una giovane bergamasca affetta da MCS, multiple chemical sensitivity che ha voluto raccontare cosa significhi questa diffusa, ma non riconosciuta patologia, che è un atto di accusa contro chimica e consumismo. Dalla camera a gas della Pianura Padana intende trasferirsi lontano nelle Alpi dall'aria ancora pulita: in Val Pusteria. leggi tutto

(17.01.14) A Gromo (BG) va in rovina un complesso architettonico di proprietà comunale

La Lombardia fa di tutto per cancellare la sua storia e la sua identità.  Nel 1984 la prima Comunità Montana della Valseriana Superiore aveva censito un enorme e prezioso patrimonio rurale vernacolare. Ma poi per il suo recupero e la valorizzazione i soldi non ci sono mai (per la speculazione immobiliare cammuffata da industria sciistica e le biomasse invece si) leggi tutto

(16.01.14) Bauer a tre anni (Ferdinand)

L'iniziazione all'agricoltura di montagna di un bimbo di tre anni nella dimensione delicata di una piccola stalla con poche mucche Grigie alpine nelle montagne del Sudtirolo, una terra dove il bauer e i suoi valori  sempre stato rispettati, dove alla Madre Terra e all'Heimat non si sono mai voltate le terga (come si è fatto  in Italia con i brillanti risultati che abbiamo davanti)  leggi tutto

(14.01.14) La Lombardia merita una rete sentieristica Intollerabile il ritardo di una regione "avanzata" in materia di valorizzazione di una infrastruttura così importante come la rete sentieristica. Per di più da parte di una regione largamente confinante con la Svizzera, paese che dal 1985 ha varato la rete federale e cantonale dei sentieri . Una politica miope che continua a trascura la mobilità lenta per puntare ancora su sci e autostrade leggi tutto

(08.01.14) Dalle Terre Alte un no a questa Europa

"Abbiamo bisogno di risorse per i bimbi, per le strade e l'Europa finanzia i lupi". E' una condanna senza appello dell'Europa della tecnocrazia quella di Alte Terre, associazione di Cuneo. Ma non basta denunciare; occorre un'azione politica unitaria.  E per l'occasione delle prossime europee si potrebbe ripetere il "miracolo del '79" che vide l'unità di un largo fronte minoranze e di gruppi autonomisti  leggi tutto

per i riassunti degli articoli più vecchi in ordine cronologico 

(sino al 2008) utilizzare i seguenti bottoni  

inforegioni

commenti

o scorri i principali temi di Ruralpini e accedi agli indici degli articoli

 

Articoli degli ultimi mesi (per tema)

No biomasse No biogas

 

(21.10.2013) La perversione del biogas in montagna

Parte in Valtellina il biogas consortile. Sotto la spinta della martellante campagna per la green economy sostenuta da evidenti interessi speculativi anche in montagna si punta al biogas. Una scelta chiarissima di politica agricola e territoriale che integra maggiormente la zootecnia all'industria e la stacca ulteriormente dal territorio e dalla cultura di montagna. leggi tutto

 

(02.10.13) Biogas e rischi microbiologici

La sbandierata sicurezza con la quale gli alfieri del biogas proclamano che il trattamento di digestione anaerobica rappresenta una soluzione sicura, abbattendo le cariche dei patogeni, non trova supporto nella letteratura scientifica. Lo conferma il contributo del Prof. Scolari  leggi tutto

 

(01.10.13) Giù le mani biogassiste dalla Valsassina

Mentre anche in pianura è iniziato un ripensamento sul biogas, i gatti e le volpi tentano di circuire anche gli allevatori di montagna proponendo le "biogas consortili d'altura". Così gli allevatori che già dipendono da chi ritira il latte e fornisce i mangimi dovranno anche vincolarsi con la fornitura di merda. leggi tutto

 

(30.09.13) Pollina al rogo, digestati santi subito

Bruciare la pollina è un crimine ambientale e agronomico. Mentre di esaltano i digestati del biogas (per favorire la iul biogas) si dice che la pollina va "eliminata" nel modo più barbaro: bruciandola. Succede in Veneto, terra di avicoli ma anche di terreni poveri di sostanza organica dove la pollina va in Africa ma in loco si brucia per speculare leggi tutto

 

 

Iniziative culturali

 

(27.12.13) Parte domani Terre d'Alpe

Un "non festival" su pecore, mucche, orsi, lupi, uomini,montagne, pascoli, che va diretto al cuore dei problemi delle Terre d'Alpe di oggi. Fuori dalla retorica, fuori dallo stereotipo e dalle visioni rassicuranti e conformistiche gradite al potere urbano e mondialista leggi tutto

 

(25.11.13) Gerola alta: fuori la neve, dentro tanto calore (per i Principi delle Orobie)

Ieri a Gerola c'è stato il battesimo del progetto "Le vie dei Principi delle Orobie". Sostenitori del Bitto storico e rappresentanti delle condotte lombarde di Slow Food hanno celebrato degnamente l'evento. Si è pronti per cogliere l'occasione Expo 2015. Per far conoscere in tutto il mondo le Orobie come terra di grandissimi formaggi" ma anche comprensiorio alpestre "dietro l'angolo" per tanti brianzoli, bergamaschi, milanesi leggi tutto

 

(24.11.2013) GliIncontri TraMontani: la storia

Gli Incontri Tra/Montani nascono nel 1990 da un incontro casuale fra associazioni culturali della Valle Camonica e della Valtrompia. Dalla constatazione di una scarsa comunicazione tra le valli e delle vecchie e nuove difficoltà nelle quali la montagna si trova nacque l’idea di un convegno annuale che aiutasse la crescita una rete di relazioni non istituzionali fra gruppi operanti nelle Alpi leggi tutto

 

(20.09.13) Si infittisce la rete della montagna viva

 L'evento principale di Amamont di quest'anno si è svolto nelle bellissime valli Maira e Grana ricche di testimonianza di civiltà alpina, dove è in atto un recupero non nostalgico della cultura ancestrale che salda la valorizzazione culturale con quella agricola. Vi sono nuovi agriturismi e qualche borgata che rinasce (purtroppo parecchie nascondono operazioni speculative che sfruttano i fondi dello sviluppo "rurale")leggi tutto

 

(14.07.13) Bel andè, bel anar

 A Cuneo, in 25 comuni parte un progetto culturale che promuove occupazione giovanile in montagna attraverso la valorizzazione integrata della cultura e della ruralità. Volontariato, componente turistica e agroalimentare saranno coinvolte con un ruolo di partecipazione attiva. Il tutto avrà protagoniste borgate di grande pregio snodo di rete di percorsi leggi tutto

 

(14.03.13) Modelli virtuosi nelle Terre Alte

 In Valle Imagna e Val Taleggio (valli orobiche bergamasche) grazie al Centro studi Valle Imagna e all'Ecomuseo della Valtaleggio il progetto di valorizzazione delle tradizioni locali (la pietra, i formaggi) è riuscito a creare un corto circuito positivo tra produzione agroalimentare, turismo, attività culturali . leggi tutto (cultura)

 

Politica, agricoltura, ambiente

 

(30.12.13) Dibattito sulla meccanizzazione

Ben venga una meccanizzazione "a misura di montagna" che possa integrarsi con il ritorno all'impiego della trazione animale nel contesto delle aziende contadine e neocontadine. Peccato che i bellissimi mezzi da montagna sia carissimi. Su questi temi è nata un'interessante discussione sulla pagina Facebook di Ruralpini leggi tutt

(28.12.13) Robi Ronza spara a zero sull'Expo

Un Expo in Lombardia che parla quasi solo di isole, deserti, cacao e caffè. Un Expo che passa  l'idea che l'alimentazione sia legata solo all'agricoltura vegetale di pianura (meglio se esotica). Robi Ronza con un articolo che dice pane al pane rispolvera la verve anticonformista e antiborghese della migliore C.L. delle origini e spara ad alzo zero contro un Expo "da National Geographic" (e indirettamente contro Maroni e la Lega)  leggi tutto

 

(12.12.13)Giovani che si inseriscono in montagna

La crisi economica ma anche la voglia di tornare a una vita più autentica spingono tanti giovani a cercare lavoro in agricolatura, anche in montagna. Le difficoltà di inserimento, però, sono enormi: mancanza di esperienze pratiche, mancanza di iniziative di formazione-lavoro adatte alla realtà di montagna. Ma quelcuno ce la fa.

  leggi tutto

 

(09.12.13)L'imbroglio ecologico (IV e ultima parte)

Nella storia di Legambiente si rispecchia un ambientalismo di regime, apparato di controllo sociale e di "acculturazione" funzionale alla greed economy turbocapitalista. Con un "pensiero ecologico" debole appiattito sulla modernità e l'ideologia scientista, tecnocratica. Centralismo comunista accoppiato con i meccanismi delle corporation. Ma il dissenso cresce.

leggi tutto

 

(02.12.2013) l'imbroglio ecologico (parte III)

Dalla critica al capitalismo della prima ecologia politica alla partecipazione all'affarismo della green economy. L'ambientalismo, nel solco del progressismo illuminista,  come supporto ideologico e cosmetico al biocapitalismo dello sfruttamento integrale  leggi tutto

 

(01.12.13) Legambiente: business senza freni

La spregiudicatezzadi Legambiente nel cavalcare il business delle biomasse e - in particolare  del biogas da rifiuti - l'ha portata in affari con una società e una famiglia implicata nelle truffe sui rifiuti e "contigua" alle ecomafie controllate dai casalesi. Lo ha rivelato l'EspressoUn piano inclinato e sdrucciolevole quello del business della green economy.   leggi tutto

 

(22.11.2013) Acqua, fuoco e ... contadini  

Servono mezzi tecnici mirati per fronteggiare le calamità, ma anche l'eliminazione degli sprechi nei sistemi di intervento, maggiore efficienza e meno burocrazia. Sopratutto, però, serve ricoltivare l'Italia. Ai contadini, ai pastori, ai boscaioli non servono tanto i soldi statali (come all'agricoltura industriale) ma la libertà dalla schiavitù burocratica

leggi tutto

 

(16.11.2013) l'imbroglio ecologico (parte II)

La nascita dell'ambientalismo come movimento sociale negli anni '80. I condizionamenti sulla nascita del movimento ambientalista del travaso dell' "eccesso di militanza" dalla "sinistra rivoluzionaria" e dell'egemonia culturale del PCI. La divaricazione tra localismo e ambientalismo quale occasione mancata. La necessità di andare oltre la sinistra (e la destra) per recuperare spazi di autonomia sociale leggi tutto

 

(07.11.2013)l'Imbroglio ecologico (ambientalismo, sinistra, trasformazioni sociali nell'era del capitalismo neoliberista)

Oggi l' ambientalismo è la proiezione della Green economy capitalista e i movimenti devono imboccare con coraggio nuove strade, oltre la sinistra e la destra e oltre l'ambientalismo per una nuova autonomia dei soggetti e delle comunità popolari. L'imbroglio ecologico è finito perché il ruolo dell'ambientalismo istituzionale è palesemente di controllo sociale. Prima parte di un ampio contributo che ripercorre la storia dei rapporti tra ambientalismo, sinistra, capitalismo e movimenti sociali dai primordi del movimento ambientalista ad oggi.  leggi tutto

 

(31.10.2013) Per un'ecologia sociale Il movimento contro le biomasse all'interno del nuovo panorama dei movimenti per la difesa della salute e del territorio ha molti connotati del nuovo movimento per l'ecologia sociale. Supera divisioni ideologiche e unisce trasversalmente gruppi sociali eterritori. Sposta al di fuori dei tradizionali ambiti urbani la scena dei movimenti e costringe l'ambientalismo istituzionalizzato a smascherare il suo ruolo a supporto del sistema leggi tutto

(10.10.13) Ritorno alla terra: non solo cibo

Il distacco dalla terra non si esprime solo nell'indifferenza per l'origine del cibo che mangiamo, è anche privazione di stimoli conoscitivi, emotici, psichici. Ma, nel mentre ci si rende conto del rischio che corre un umanità sempre più estranea alla madre terra e se ne riscopra il valore, una folle corsa alla distruzione dei suoli agricoli e alla industrializzazione agricola procede per forza di inerzia e di meccanismi economici e tecnologici fuori controllo

 leggi tutto

 

(09.09.13) Lasciateci almeno delle riserve indiane

 Piuttosto che essere del tutto scacciati dalla wilderness lasciateci delle ZPS umane.  A lanciare la provocazione è l'associazione Alte Terre. Un'associazione di resistenza sociale montanara delle valli di Cuneo.  "Siamo noi montanari in via di estinzione , creiamo delle riserve indiane senza orsi e lupi per difendere la biodiversità culturale umana che rischia di sparire".  leggi tutto

 

(05.09.13)  Per una politica delleTerre Alte

In vista dell'incontro a Coumboscuro di domenica 9 presentiamo gli atti del Convegno di Sondrio del giugno 2012 dal quale scaturitono 5 punti su cui impostare la futura azione politica. Un contributo alla documentazione del percorso sin qui seguito dal dibattito politico-culturale sulle Terre Alte leggi tutto

 

(03.09.13)  In difesa delle Terre Alte

Quest'anno Amamont organizza il suo evento annuale nelle valli Maira e Grana all'estremo occidente alpino, incontrando due associazioni che condividono il tema sociale. delle Terre Alte. Un'occasione per riprendere il filo di un percorso che si snoda nelle Alpi dai tempi dell Carta di Chivasso, che viene riproposto anche in forma transfrontaliera e che punta a un nuovo patto tra piano e monte leggi tutto

 

Pastoralismo

 

(03.12.13) La piacevole vita dei pastori nel XVI secolo

La Val Biandino, in Valsassina (comune di Introbio) è una valle profondamente legata alle tradizioni casearie valsassinesi e lombarde. Dal XV al XX secolo d'estate i pingui pascoli di Biandino sono stati frequentati dai bergamini  transumanti. Per questa valle disponiamo di diverse notizie che gettano luce su una storia degli alpeggi e dei transumanti avara di fonti scritte. Alcune fonti riservano interessanti sorprese. leggi tutto

 

(10.09.13) Le pecore in piazza Duomo (wool week)

 La wool week italiana si svolge a Milano dal 10 al 16 settembre. Oggi erano presenti anche le pecore. Venivano da Seregno (quindi con un breve trasporto) e in piazza Duomo, a farsi ammirare, sono state benone. Peccato che la prepotenza animalista abbia impedito che restassero due giorni e che fosero tosate leggi tutto

 

(25.06.13) Pastori delle Asturie in lotta contro i lupi  Cresce in in Spagna come in Francia e in Italia la rabbia dei pastori contro la politica che impone le visioni ideologiche degli ambientalisti borghesi  e mette in crisi attività millenarie. Dopo una prima manifestazione il 15 giugno i pastori sono pronti a nuove iniziative di lotta contro il Parco e i politici leggi tutto

 

 

 

 

Alpeggi

 

(15.02.13) Malghe: viva le vecchie cantine!

In Friuli l'ERSA ha effettuato uno studio molto interessante, registrando temperatura e umidità, che mette in evidenza come gli ambienti realizzati con materiali edilizi moderni non siano in grado di garantire l'inerzia termica e regolazione dell'umidità  leggi tutto

 

(05.02.13) Saluzzo (CN) Margari a raccolta su speculazioni e refresh

Il 25 gennaio a Saluzzo, capitale, dei margari si è tenuto un affollatissimo convegno "Difendiamo i margari". Organizzato dall'Adialpi l'evento ha fatto il punto su diversi temi cruciali. Non tutto è stato chiarito ma il confronto diretto tra responsabili di enti e agenzie e i margari si è svolto all'insegna di una nuova franchezza e trasparenza

leggi tutto

 

(04.02.13) Tolmezzo (UD) Alpeggi: incentivare lo scambio di esperienze nell'arco alpino

Ieri e l'altro ieri a Tolmezzo, in Carnia, si è tenuto un incontro molto interessante promosso dall'Asl Alto Friuli sulle produzioni di malga con partecipazione di quasi tutte le regioni dell'arco alpino.   leggi tutto

 

Coltivazioni rurali

(18.05.13)Fieno, fede, famiglia

 Il fieno si fa perché ci sono animali. Ma oggi sono le motivazioni consapevoli, le risorse di una cultura e di una fede ancestrali che tengono insieme le risorse umane per coltivare la montagna. Una giornata a Coumboscuro leggi tutto

 

(01.04.13) Come garantire la sicurezza alimentare?

La produttività dell'agricoltura, dopo aver raggiunto un picco, sta declinando. L'ulteriore accanimento nell'intensificazine produttiva, nella selezione per l'aumento delle rese prepara guasti ancora più gravi mentre l'agricoltura deve confrontarsi con il clima e il degrado del suolo 

 leggi tutto

 

 

Pesticidi e OGM

 

(30.07.13) I pesticidi ... viaggiano

Eloquenti i risultati di uno studio condotto dal Servizio Geologico degli Usa sulla presenza dei pesticidi nei tessuti delle rane dei Parchi nazionali della Sierra Nevada. Se non si cambia agricoltura i veleni arrivano anche nei santuari della natura. È insostenibile il modello schizofrenico di un sistema industriale inquinante "compensato" dai Santuari della Natura, dal Panda o dall'orso Yoghi leggi tutto

 

(26.07.13)Reclusi in casa per i pesticidi (Treviso)

Una testimonianza in diretta dai colli del Prosecco dove i pesticidi si irrorano ancora con l'elicottero a breve distanza dagli abitati. "Vivo ai piedi delle colline della pedemontana trevigiana, una zona tanto incantevole quanto invivibile, nel periodo da maggio ad agosto in cui vengono fatti i trattamenti fitosanitari" leggi tutto

 

(21.06.13)I pesticidi distruggono la biodiversità

Due differenti studi scientifici apparsi negli ultimi giorni mettono drammaticamente in evidenza come l'uso dei pesticidi, anche quando la contaminazione è a livelli "sostenibili" ovvero entro i limiti di rischio "accettabile" provoca un grave declino del numero di specie di invertebrati negli ambienti acquatici e nel suolo

leggi tutto

 

Orsi e lupi

 

(05.01.14) Il leader no global con i pastori sui lupi

José Bové, conferma in una "scandalosa" intervista al quotidiano vallesano "le Nouvelliste" del 31 dicembre la sua ricetta sui lupi "ridurre fortemente il numero con il fucile". Le sue parole cadono in un momento di grande tensione in Svizzera e in Italia. Ormai il discrimine tra ambientalismo di comodo che sfrutta una fasulla "natura selvaggia" e l'ecologismo sociale e contadino è chiaro. Va chiarito invece che la politica italiana "pro lupi" è ipocrita e cinica e nuoce al lupo come specie e come individui  leggi tutto

 

(31.12.13) le fabbriche dei lupi

Il Corpo Forestale dello Stato ha eseguito una vasta operazione contro le "fabbriche dei lupi" (allevatori del cane "quasi lupo" CLC che volevano ibridi ancora più lupeschi). Ma siamo sicuri che tra Centri lupo del CFS, Centri recupero, Zoo, Centri faunistici vari non ci sia in essere una "fabbrica del lupo" finalizzata a favorire l'espansione della specie? E chi ha messo in circolazione i lupi canadesi. Vediamo di penetrare un po' nell'ambigua vicenda leggi tutto

 

(17.11.2013)Imbrogli ecologici: WolfAlp
Grazie alle spudorate menzogne scientifiche "il lupo è sempre a rischio di estinzione" i cordoni della borsa per i progetti pro lupo dei parchi sono sempre aperti. Sarà bene che si sappia che 7,15 milioni di euro vanno ad ingrassare i meccanismi clientelari dei Parchi mentre sempre più pastori, produttori onesti e sostenibili che non usano concimi chimici e pesticidi, abbandonano leggi tutto

 

(29.09.13) Cantoni alpini contro i Grandi Predatori

Martedì 24 a Berna, presso la sede del parlamento una delegazione di cantoni alpini, comprendente anche gli amici dell'associazione ATsenzaGP della Val Poschiavo, ha incontrato una rappresentanza di diversi partiti. Il tema dell'incontro ha riguardato l'impegno preso dal parlamento di ritiro della Svizzera dalla convenzione di Berna che non consente di difendere adeguatamente i pastori dai Grandi Predatori  leggi tutto

 

(11.08.13) "Autorità italiane inginocchiate all'animalismo"

Il governo del Canton Grigioni comunicava il 6 agosto di aver intrapreso passi ufficiali nei confronti di Berna per sollecitare l'Italia ad abbattere gli orsi trentini problematici ed evitarne l'arrivo in Svizzera. Ora l'Ufficio federale per l'ambiente da ragione a Coira e annuncia un prossimo passo dell'ambasciatore svizzero contro il Ministero dell'ambiente romano leggi tutto

 

(27.07.13)Dalle parole ai fatti : Comitato antiorso

Quest' anno le azioni del Comitato antiorso (diventato anche "e Granbdi Predatori") del Trentino si sono fatte più incisive. La campagna di raccolta firme "per liberare il Trentino dagli orsi" prevede banchetti informativi sui mercati dei paesi rivolti anche ai turisti. Sino all'anno scorso vi era il timore di perdere il consesnso degli albergatori. Ora si teme anche per il turismo. leggi tutto

 

 

Fauna selvatica

 

(09.09.13)  Ovunque emergenza cinghiali

Cinghiali sulle spiagge, cinghiali che "vendemmiano", cinghiali nei giardini e a spasso in città. Il fenomeno dell'espansione dei cinghiali ha assunto una dimensione sociale allarmante. Non è più solo l'agricoltura ad essere colpita ma anche il turismo la sicurezza delle persone, la salute. leggi tutto

 

(07.05.13) Valseriana: alpeggi devastati dai cinghiali

Giancarlo Moioli, 36 anni di servizio in Comunità Montana Valle Seriana, accusa: "Mai prima d'ora visti danni da cinghili così gravi ai nostri pascoli". "Cacciano i maschi ma sono le femmine a partorire" e conclude amaro: "Si muoveranno solo quando una scrofa attaccherà il figlio di un onorevole"

  leggi tutto (fauna)

 

(30.04.13) A Como nasce un comitato Basta cinghiali

Il controllo del cinghiale in provincia di Como è ridicolo. Solo il 9% dei prelievi sono frutto di attività di controllo e solo 18 cacciatori sono attivati come selecontrollori in una provincia in cui il carniere di cinghiali supera i 2.200 capi. Evidentemente la politica ascolta solo la voce più organizzata dei cacciatori 

 leggi tutto

 

Bitto

 

(18.12.13) Il Bitto storico parla sempre più giapponese. Riportiamo l'articolo su un importante magazine giapponese di Keiko Kato e Maiko Masuko due fotografe di vini d'autore innamoratesi del Bitto storico. Ora è in cantiere il libro delle loro foto dei casari. Sarà pronto nell'autunno 2014. Il "cantiere culturale" del Bitto storico non sta mai fermo. Prevista anche - sempre in vista di Expo - la nuova edizione di "Il formaggio Val del Bitt". leggi tutto

 

(16.11.2013) Eventi. Casari resistenti e Principi delle Orobie. Un evento per presentare i Principi delle Orobie

Il giorno 24 a Gerola alta (So) si terrà un evento importante nella culla del Bitto storico e del formaggi orobici. Per presentare il grande progetto "Principi delle Orobie". La risorsa di 6 grandi formaggi storici fa delle Orobie occidentali una grande terra dei formaggi. E' un progetto di valorizzazione a tutto tondo di un territorio con una storia ricca (ferro lavorazione della pietra, commerci), testimonianze d'arte  un impareggiabile patrimonio di rifugi, sentieri, vie storiche. (vai a vedere il programma)

 

(20.10.2013) IlBitto storico beffa la casta

Sabato sera 19 ottobre, mentre su Teleunica passano i servizi promozionali sulla mostra del Bitto istituzionale e tra una ricetta e l'altra, sfilano i politici, a Striscia la Notizia  vanno in scena il Bitto storico e Ciapparelli. Una promozione verso milioni di ascoltatori che non è costata un euro. Omaggio al merito dello "Storico". leggi tutto

 

(25.09.13) "Lo storico" sempre protagonista a Cheese

Anche in questa edizione di Cheese, il più grande evento internazionale sui formaggi, il Bitto storico protagonista di una serie di eventi. Ed è "tutto esaurito" anche se si paga sino a 100€ il kg. Un premio al "merito della resistenza casearia" a Mosè Manni, decano dei produttori storici conpiù di 70 stagioni d'alpeggio. leggi tutto

 

(21.04.13) Assemblea del Bitto storico con sorprese

L'assemblea di oggi della Valli del Bitto conferma che la società è una spa etica. I soci (saliti a 92) approvano unanimi il bilancio nonostante le perdite. Poi novità: il "dividendo etico in natura", i Principi delle Orobie, l'Expo, la Condotta Slow Food. Una nota stonata: il comportamento di un funzionario regionale.

 leggi tutto

 

Montagna sfregiata

(30.10.2013) Il marcio dietro il Luna Park bianco Lo scandalo della società comunale Sviluppo Turistico Lizzola minaccia la stagione sciistica in alta Valseriana. Un torbido vortice di soldi, di firme false, di bilanci aggiustati. Un sindaco-bancariolicenziato dalla banca e accusato di appropriazione indebita aggravata. Compensi al di là della legge per gli amministratori. Il fallimento annunciato. E una centrale a biomasse che doveva salvare i bilanci e lo affondadefinitivamente leggi tutto

(06.10.13) TAV violenza contro le valli

Mentre in val di Susa anche la vendemmia è militarizzata, in val Scrivia (Liguria) è in atto la resistenza agli espropri del "Terzo Valico" una linea ancor più inutile della Lione-Torino che serve ad accontentare banche e imprese escluse dalle tratte principali. Intanto si assimila il movimento al terrorismo  leggi tutto

 

Latte e caseifici

 

(16.04.13) latte bovino ed estrogeni (meglio la capra)

Il latte delle bovine a gravidanza avazata è molto ricco di estrogeni. Un consumo elevato di latte e latticini vaccini è stato messo in relazione con l'infertilità maschile e con alcune forme tumorali (prostata ma non solo). Nella capra la lattazione non coincide con la gravidanza e il problema non si presenta leggi tutto

New brevi di resistenza ecosociale e contadina


(16.04.14) Anziano si spara da solo a Savona per difendersi dai cinghiali: si becca due denuncie

Un contadino di 73 anni si è ferito con il suo fucile per escogitare una trappola anti-cinghiali atta a difendere il suo campicello All'ospedale è stato denunciato

 (vai alla notizia)

 

 Seguimi anche sul Canale You Tube (ruralpinvideo)

I 10 PIÙ LETTI

(dati dal 18.10.2012)

 

oltre 11.000 richieste

 

Dalla Germania allarme botulismo (e l'indiziato numero uno è il biogas)(21.12.2011)

 

oltre 8.000 richieste

 

Le mamme milanesi si inseriscono senza saperlo nella guerra tra 'Padano' e 'Parmigiano' (16.04.2011)

 

oltre 5.000 richieste

 

La pericolosità degli orsi: alcune considerazioni (29.05.2012)

 

Mela trentina chimica e arrogante (20.12.2012)

 

Quella Bruna non più alpina

 

Il biogas è una trappola per l'agricoltura (15.01.2011)

 

oltre 3.000 richieste

 

Helge Böhnel è venuto dalla Germania in Toscana per spiegare i rischi del biogas (18.10.2012)

 

Biogas: quanti incidenti in Germania (04.10.2012

 

Fotoracconto Case di Viso (22.06.11)

 

La co-digestione (biogas) è un bioazzardo (28.10.2012)

 

 

 

pagine visitate dal 21.11.08

 

 

 

 

 

counter customizable

commenti, informazioni? segnalazioni michelecrt@gmail.com