Ruralpini



        Alpeggi, cultura e turismo rurali, agroalimentare tradizionale, politica contadina 

Motore di ricerca interno al sito
per contatti : redazione@ruralpini.it

  schiscia/clicca "mi piace"



ANNUNCI

03.05.17) Vendesi agriturismo avviato in Valcamonica a 600 m, ottimo accesso, parcheggio, alloggi indipendenti, altre strutture agrituristiche, ristorante, stalla attrezzatissima per capre, caseificio, 2,5 ha terreni terrazzati, possibilità agricampeggio per motociclisti/

cicloturisti, ampia dotazione alloggi conduttori, posizione super-panoramica, terreno vocato vite, ulivo, piante medicinali, affiancamento per un anno per formazione su allevamento caprino e caseificio. 3282162812
redazione@ruralpini.it



Alpeggi di Cavargna.
Tra luci e ombre


(23.06.17) Anche in val Cavargna (Como) l'alpeggio è in chiaroscuro. Meritano di essere segnalate le amministrazioni come quella del comune di Cusino che  segue da tempo una politica di valorizzazione  degli alpeggi  leggi tutto

Agri-
miracoli in val Seriana

(08.06.17) Lo slancio sorprendente di alcune iniziative di innovazione agricola multifunzionale in val Seriana. Tre varietà di mais antico recuperate, attivazione di filiere di produzione di cereali (compresa la produzione di agri-birra).  leggi tutto

Torna
L&L
a Milano
alla Biblioteca
Cascina Chiesa Rossa  (Naviglio pavese, MM Abbiategrasso)

 
vai al programma



Capre che salvano la vita

(15.05.17) La straordinaria vicenda di tre donne rimaste intrappolate, per 37 giorni, nei i resti di una stalla semidistrutta e sepolta da una valanga. Esse si salvarono grazie a due capre rimaste anch'esse prigioniere: vere co-protagoniste.  leggi tutto



Forme in dedica:
un fatto di costume


(14.05.17) Assume i contorni del fenomeno di costume il successo delle forme in dedica adottate da consumatori-coproduttori. Non solo una forma di commercializzazione etica e creativa ma anche modalità nuove di comunicare attraverso il cibo idee e valori  leggi tutto


Gli articoli
degli ultimi mesi


Creazione/Webmaster Michele Corti