Ruralpini resistenza rurale
 rural alpine communities




        Alpeggi, cultura e turismo rurali, agroalimentare tradizionale, politica contadina 

Motore di ricerca interno al sito (ruralpinifinder)
per contatti : redazione@ruralpini.it




RIATTIVATA LA RUBRICA

EVENTI E SAGRE


Segnalaci eventi in tema e sagre (di qualità)  è gratis, non c'è pubblicità, solo eventi  selezionati

redazione@ruralpini.it




Una stalletta diventa emblema di iniziativa rurale
Ruralpini sostiene il progetto in crowd funding per completare la qualificazione della contrada Roncaglia di Corna Imagna (Bg), esempio concreto ed innovativo di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio rurale in chiave turistico-culturale




Vendesi  agriturismo avviato in Valcamonica
Collocato a 600 m, in strepitosa posizione panoramica, ottimo accesso, parcheggio, alloggi indipendenti, altre strutture agrituristiche, ristorante, stalla attrezzatissima per capre, caseificio, 2,5 ha terreni terrazzati, possibilità agricampeggio per motociclisti/
cicloturisti, ampia dotazione alloggi conduttori, terreno vocato vite, ulivo, piante medicinali, affiancamento per un anno per formazione su allevamento caprino e caseificio. leggi tutto

Cercasi fabbricati rurali con stalla e terreno a prato/pascolo
(11.08.17) Cerco da affittare fabbricati rurali per abitazione, ricovero attrezzi machine, fienile, stalla per capre (50-60), limitata estensione terreno. Con possibilità di spazi per realizzare caseificio. In zone bassa montagna e alta collina provincie Cuneo e Alessandria (eventuali altre zone regioni limitrofe se offerte interessanti) contattare redazione@ruralpini.it

schiscia/clicca "mi piace"



Rotto il tabù: abbattuta  l'orsa pericolosa 

(16.08.17) Un fatto che va oltre la cronaca e che segna indubbiamente una svolta (il primo grande predatore protetto abbattuto legalmente in Italia). Occasione per approfondire non solo le vicende recenti degli orsi trentini ma anche la (non)politica dei grandi predatori in Italia, e il ruolo del movimento animal-ambientalista leggi tutto


Il lupo causa gravi perdite a un gregge della Valbrembana

(11.08.17) A Foppolo, in alta Valbrembana in alcuni giorni di ripetuti attacchi un giovane lupo uccide 26 pecore. Per essere creduto il pastore deve "beccare" il lupo con la fototrappola. Preoccupazione per i greggi ma anche per chi frequanta la montagna a ferragosto . leggi tutto

Modello ribelle: l'alpeggio che vive

(08.08.17)  L'alpe  Cavisciöla è sempre più  un emblema della resistenza  casearia, contadina, alpina, che guarda avanti con serenità e fermezza. Qui, almeno qui, il modello "ribelle" si è consolidato, articolato, precisato mentre altrove (anche in alpeggi vicini) il depotenziamento della pratica dell'alpeggio, ha fatto passi da gigante . leggi tutto

Tonner, l'ecocontadino, si rivolge agli animalisti in tema di grandi predatori
(04.8.17) Le considerazioni di Oswald sui grandi predatori sono particolarmente importati perché rappresentano un punto di vista di un vero contadino e pastore, ma al tempo stesso di un ecologista, di un intellettuale che riflette, da un punto di vista originale e libero, sui nostri giorni. leggi tutto


Alpe Bomino: passato e presente di uno storico formaggio
Una valle incantata, oggi isolata  e solitaria, ma in passato trafficata da carovane cariche di formaggi e di carbone di legna. Dal 2000 qui la famiglia Martinoli (Samuele e Donatella, ai quali si è affiancata gradualmente la figlia Serena) produce il bitto (ora "storico ribelle"). Una storia di vita d'alpeggio tra la val Masino e la Valgerola.  leggi tutto

Terrorismo fiscale antirurale
(31.07.17) In questi giorni agli intestatari di "fabbricati rurali"  (anche solo 9 mq), non censiti al catasto urbano, stanno arrivando lettere minatorie da parte dell’agenzia delle entrate. Parliamo di una gabella iniqua che colpisce chi svolge attività agricole senza essere "imprenditore agricolo" (come spesso capita ai contadini di montagna) e minaccia la distruzione di una fetta significativa del preziosa patrimonio di edilizia rurale storica
.
leggi tutto


Cinghiali, caprioli, lupi... e altri animali. L'appennino piacentino  assediato

(28.07.17) Anche nel corso dell’autunno scorso si è ripetuta  l’aratura dei pascoli... e quest'anno c'è da temere la stessa cosa. Non si tratta di una inconsueta pratica agronomica, ma di un pericoloso “fenomeno naturale” che, inesorabilmente, si ripete sui pochi pascoli e prati stabili rimasti sul nostro Appennino. leggi tutto



Gli articoli
dell'ultimo anno


Creazione/Webmaster Michele Corti